Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

26 febbraio 2008 | 0 comments

Il miglior uso dello Swish

swish, esercizio di PNLLo swish, nelle sue varie forme, si può considerare l’esercizio base delle tecniche di Programmazione Neuro Linguistica usate per il miglioramento del dialogo interno. Detto brevemente, consiste nel ripetere più volte il procedimento che seguente, aumentando ogni volta la velocità di esecuzione dei primi due punti:

1) richiamare le immagini connesse con la sensazione da eliminare

2) richiamare subito dopo immagini associate alla sensazione desiderata, che devono “sovrapporsi” alle prime (nel caso si tratti di immagini visive, il tipo di transizione deve essere quella che al soggetto risulta più facile).

3) distrarsi per qualche secondo

Spesso lo swish è stato proposto per eliminare sensazioni negative in un contesto ben preciso, ad esempio per:

  • eliminare un sentimento spiacevole legato all’aver commesso uno sbaglio
  • eliminare la rabbia per un’ingiusta accusa o rimprovero (accade in particolare quando non è stato possibile dare un’adeguata risposta a causa di poca prontezza, poco tempo a disposizione o indisponibilità ad ascoltare da parte dell’interlocutore)
  • eliminare sensazioni di debolezza, impotenza, etc associate al pensiero di una futura conversazione con un superiore severo, con una persona desiderata che potrebbe opporre un rifiuto, etc

In realtà in questi casi spesso è sufficiente sostituire lo Swish con una procedura più semplice e anche più comune:

1) riflettere sugli errori che hanno avuto come conseguenza quegli inconvenienti (ad esempio la paura di parlare con qualcuno può essere causata dal non aver chiarito a sé stessi il proprio sistema di valori, oppure dal fatto che si sta per dire qualcosa a cui non si crede veramente)

2) pianificare una strategia di comportamento adeguata ad evitarli in futuro

3) immaginare di usarla, e correggerla nel caso ci venissero in mente dei motivi per i quali potrebbe non funzionare
In questo modo si elimina la sensazione negativa, e per di più lo si fa grazie a un “sentirsi già dentro al cambiamento”, a differenza di quanto accade con Swish o esercizi simili che mettono “una pezza” sul singolo evento. In molti casi, quindi, la differenza fra l’esecuzione di un esercizio di PNL e la pianificazione di una strategia (che, se percepita istintivamente come giusta e applicabile, porta anche sul momento a un cambio di stato) è la stessa che passa fra ricevere 2.000 euro e avere un’occupazione lavorativa.

Lo swish comunque rimane molto utile per:

eliminare comportamenti indesiderati associando ad essi sensazioni negative, quindi ad esempio per smettere di fumare (o di mangiare un cibo che ci fa male, etc): consente infatti di associare alla sigaretta (o altro) una sensazione estremamente sgradevole (notare che anche in questo caso è una “mega-pezza”: elimina l’abitudine al fumo, ma non insegna, più in generale, a non accettare droghe dagli amici 🙂

neutralizzare emozioni negative connesse a ricordi di eventi spiacevoli indipendenti dalle proprie strategie di comportamento (es. un meteorite che distrugge la tua automobile 10 secondi dopo che l’avevi parcheggiata). Da ricordare che a questo scopo è molto efficace il più veloce l’EFT (Emotional Freedom Tecnique)

Lascia un commento Facebook:...

Post a Reply

www.psicoperformance.com - Copyright 2012 - Tutti i diritti riservati