Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

30 settembre 2007 | 0 comments

Personal Coaching: per molti…

La scelta di rivolgersi a un Personal Coach dovrebbe essere fatta da:

– chi ne ha bisogno

– chi può permetterselo economicamente

– chi può e vuole rapportarsi al Personal Coach adeguatamente

Per questo vale per il Life Coaching una regola che vale per una grande quantità di attività e di servizi: è per molti, ma non per tutti. Tenere conto dei criteri di compatibilità fra potenziale cliente e Life Coach sicuramente è importante per entrambi, per risparmiare tempo, denaro ed energie…Almeno per quanto mi riguarda, ecco alcuni esempi di..

 

Persone a cui è rivolto il Personal Life Coaching

 

  • chi vuole essere seguito all’inizio di un percorso di miglioramento personale, che poi proseguirà autonomamente;
  • chi desidera apportare cambiamenti al proprio dialogo interno;
  • chi è disposto a farsi seguire sospendendo il proprio giudizio totalmente, assumendo che il Coach sa quello che sta facendo (anche se la chiacchierata può sembrare a volte troppo particolare, altre volte “troppo normale”, altre volte non in argomento);
  • chi vuole eliminare abitudini e comportamenti indesiderati;
  • chi ritiene che i cambiamenti che desidera apportare alla propria persona e il raggiungimento dei propri scopi valgano il costo della sessione di Personal Coaching;
  • chi crede che non esistano limiti di età per dare una svolta alla propria vita;
  • chi vuole scoprire ciò che vuole e qual è veramente la propria vita ideale, e di conseguenza quali sono i prossimi passi da fare per ottenerla;
  • chi vuole ottimizzare la gestione del proprio tempo;
  • chi vuole capire quali sono le proprie risorse per realizzarsi e capire come sfruttarle al meglio;
  • chi vuole trovare la migliore strategia di comunicazione coi propri genitori, figli o altri parenti;
  • chi vuole ottimizzare le relazioni coi propri conoscenti, amici, colleghi;
  • chi vuole rapportarsi in maniera naturale e con successo all'”altra metà”, attuale o futura;
  • chi ha il bisogno e il coraggio di scoprire, capire e decidere se la persona con cui aveva scelto di vivere è veramente quella giusta, e se veramente la vuole;
  • chi vuole comunicare nella maniera più appropriata con una persona sconosciuta a seconda delle circostanze e dei propri obiettivi;
  • chi vuole prendere una decisione, sapendo che è la cosa migliore da fare per sé (non perché lo dice qualcun altro).

 

Ed ecco alcuni esempi di..

 

Persone a cui non consiglio di rivolgersi a un Personal Coach

 

(e a cui solennemente proibisco!!!…di rivolgersi a me)
  

  • persone con gravi malattie psichiatriche;
  • persone che vogliono unicamente essere ascoltate;
  • persone che vogliono analizzare e “supervisionare” il lavoro del Personal Coach prima e durante la sessione, oppure che non vedono l’ora che finisca la sessione per poterlo fare;
  • chi ritiene che i cambiamenti che desidera apportare alla propria persona e il raggiungimento dei propri scopi non valgano il costo della sessione;
  • persone che vanno da un Personal Coach per far contento un parente o un amico che l’ha loro consigliato;
  • persone non disposte durante il giorno a fare gli eventuali esercizi (pur semplici e brevi) o a seguire i consigli che il Personal Coach ha dato loro;
  • chi vorrebbe esporre i suoi dubbi sull’opportunità di fare una sessione con un Personal Coach parlando con lui per ore con lo scopo più o meno conscio di “farsi convincere”;
  • chi crede sia opportuno fare Personal Life Coaching regolarmente, come si trattasse di una “stampella” da non lasciare mai;
  • vedi anche qui.

 

Lascia un commento Facebook:...

Post a Reply

www.psicoperformance.com - Copyright 2012 - Tutti i diritti riservati