Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

27 Febbraio 2019 | 0 comments

Presenta a tuo figlio le fortune e le sfortune

Prevenire il tabagismo da bambiniSe hai un figlio piccolo, fagli capire quali sono le sue fortune, affinché impari da subito ad apprezzarle e a proteggerle. Prima possibile fagli conoscere altre realtà, di persone che quelle fortune non hanno: persone nate in guerra, persone con difficoltà economiche, ma soprattutto persone con disabilità e persone malate. Con la giusta cautela, non verrà traumatizzato se lo avvicinerai a chi soffre per una malattia, e farai in modo che concentri la sua attenzione non sulla sofferenza, ma su quello che può fare per alleviarla.

Avrai così per lui due preziosi benefici: non avrà paura del diverso, del disabile e del malato, sapendo che esiste anche il suo mondo, con cui non avrà problemi a interagire; inoltre riconoscerà la propria salute come qualcosa da proteggere e di cui godere, tenendosi lontano dall’abuso di sostanze che rappresentano una falsa gioia, una falsa consolazione, un usuraio della felicità.
Con amore accompagna tuo figlio alla conoscenza del dolore e alla conoscenza della gioia: grazie a te sceglierà quest’ultima.

Quando ero bambino chiesi a mio babbo la differenza fra “veleno” e “droga”. Mi rispose che il veleno ti ammazza subito, mentre la droga ti ammazza piano piano.
Mi disse che le sigarette fanno male. Gli chiesi allora perché fumava. Mi rispose che era un vizio, per cui chi comincia difficilmente riesce a smettere.
Io pendevo dalle sue labbra e lo ritenevo la persona più saggia del mondo. E pensavo: “È così saggio, eppure non riesce a smettere di fumare. Queste sigarette sono davvero qualcosa di pericolosissimo: ti obbligano ad ammazzarti piano piano, e ti abituano a farlo finché addirittura accetti rassegnato questa cosa”. Per questo motivo fui terrorizzato dalle sigarette. La sola idea di toccare una sigaretta con la bocca mi dava la stessa sensazione di essere già malato. E non avevo tutti i torti: chi porta alla bocca la prima sigaretta non lo sa, ma cascherà in quel vortice pericoloso quanto invisibile, salvo eccezioni che tutti sperano e credono di essere, un po’ come i malati di gioco.

Nel modo che preferisci, parla e agisci con tuo figlio un po’ come mio babbo ha fatto con me: te ne sarà grato come lo sono io a quell’uomo che allora era per me un grande saggio.

——–

Link correlato:

Meta-analisi sulla correlazione fra basso consumo di sigarette e rischio di malattia coronarica e ictus (2018)
https://www.bmj.com/content/360/bmj.j5855
…da cui emerge che anche fumare una sigaretta al giorno innalza considerevolmente il rischio di queste patologie.

Lascia un commento Facebook:...

Post a Reply

www.psicoperformance.com - Copyright 2012 - Tutti i diritti riservati