Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

13 ottobre 2013 | 0 comments

Qualcuno pagherà per questo… Oppure…

Non è che lo si senta dire spesso… è un po’ una frase “romanzata”, che ci si aspetta di trovare più che altro in un dialogo di un film tradotto o in un fumetto:

“Un giorno qualcuno pagherà per questo”.

Però rende bene l’idea di ciò che purtroppo viene in mente a una grande quantità di persone a cui è appena successo qualcosa di brutto a causa di un colpevole non bene identificato: l’evento provoca rabbia, che si traduce in voglia di punire qualcuno.

È normale cercare il responsabile di un danno per ottenere un risarcimento, e anche punirlo, se questo può insegnare qualcosa a lui ed essere d’esempio ad altri.

Ma il pensiero del tipo “qualcuno pagherà per questo” in molti casi viene anche a chi sa benissimo di non poter ottenere nessun risarcimento e nessuna punizione educativa correlata all’evento sgradevole accadutogli. È un semplice desiderio di vendetta. Non me la sento di escludere completamente che la vendetta in certi casi sia opportuna, se è l’unico modo di ottenere una sorta di “catarsi” utile a controbilanciare un disagio, e ammesso che non si tratti di una vendetta eccessivamente dannosa…

…Ma il mio consiglio è reagire al pensiero “qualcuno pagherà per questo” in un modo più produttivo, e cioè cambiarlo in

“un giorno qualcuno beneficerà di questo”.

Sottinteso: questo qualcuno sarò io, e auspicabilmente anche altri.

Già. Concentrare la tua attenzione sul fatto che dall’esperienza negativa potrete trarre un insegnamento sia tu che le persone a cui magari ne parlerai.

Pensa a quanto può essere più facile la vita di una persona che ha maturato questa abitudine: dopo ogni brutta esperienza, portare al più presto l’attenzione su come da quel momento si è maggiormente preparati al futuro.

In realtà questo consiglio non è semplicemente un trucchetto mentale per stare meglio lì per lì o per comportarsi in maniera un po’ più saggia. È anche il risultato di una convinzione escatologica che appartiene a più di una religione. E cioè: qualsiasi cosa mi accada è proprio quello che mi serviva per compiere il mio prossimo passo nella mia evoluzione personale, che è l’unico vero scopo di questa vita.

Lascia un commento Facebook:...

Post a Reply

www.psicoperformance.com - Copyright 2012 - Tutti i diritti riservati