Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

19 novembre 2011 | 0 comments

“Dammi la sagezza” ? “Toglimi il capo da sotto terra” !

Il pastore protestante americano Reinhold Niebuhr scrisse la celebre “Preghiera della serenità”, che così inizia:

“Dio, dammi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare quelle che posso e la saggezza per distinguere le une dalle altre”

Saper distinguere ciò che si può cambiare da ciò che non si può cambiare è un elemento di primaria importanza nella vita di una persona, influisce in maniera determinante nella nostra qualità della vita, nelle decisioni, nella gestione del tempo e delle energie e nei risultati che otteniamo.

Fortunatamente nella maggior parte dei casi si tratta di una possibilità che è alla portata di tutti. Ma purtroppo questo non significa che venga usata.

Per sapere quali sono le cose che possiamo e quelle che non possiamo cambiare… ecco cosa spesso è sufficiente fare:

  • dedicare qualche secondo o minuto al ragionamento
  • non avere pregiudizi su straegie che non si conoscono
  • non essere mai stufi di  cercare, accogliere e studiare nuove informazioni
  • avere il coraggio di guardare in faccia alla realtà anche quando non ci piace

…Tutti elementi che contribuiscono a maturare la saggezza di cui Niebuhr parlava, ma che per una grande quantità di persone sono assolutamente inammissibili.

Nella maggior parte dei casi, in realtà, è questione di accettare qualcosa che è già abbastanza chiaro, e il problema delle persone “non abbastanza sagge” per riconoscere cosa si può cambiare e cosa no consiste nel fatto che, più o meno consapevolmente, mentono. Infatti:

  • Quando contrariamente al vero affermano che una cosa non si possa cambiare, in realtà non hanno voglia di cercare o di attuare una soluzione
  • Quando fingono di credere che si possa raggiungere un obiettivo in realtà irraggiungibile, non hanno il coraggio di arrendersi all’evidenza

Due consigli, quindi:

1)

Quando stai per rassegnarti a non cambiare qualcosa, chiediti:

Rassegnarmi in un certo senso mi fa sentire più comodo rispetto a quando cercavo una soluzione?

Se la risposta è sì, chiediti:

Forse tutto sta nell’aver voglia di cercare una soluzione?

Avere a livello conscio una chiara risposta a questa domanda ti consente di prendere decisioni nonnecessariamente comode, ma certamente in linea coi tuoi valori.

2)

Quando ti accorgi che da molto tempo, nonostante i tuoi sforzi, non hai fatto nessun significativo progresso in direzione di un tuo obiettivo, chiediti:

Penso sinceramente di poterlo realizzare?

Se la risposta è no, prendine atto e dedica le tue energie e il tuo tempo a qualcosa che li valga.

Lascia un commento Facebook:...

Post a Reply

www.psicoperformance.com - Copyright 2012 - Tutti i diritti riservati