Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Se ti accusano di violare perfino un principio a te caro… Perfino pazienza.

28 novembre 2017 | 0 commenti

Mi accusano di...!!!Forse credi di aver già imparato a non dare alcun peso alle opinioni degli altri, quando sai che occuparsene sarebbe solo una perdita di tempo ed energie.

E può darsi che davvero tu abbia imparato… ma con un’eccezione. Mi riferisco al caso in cui è più facile ricascarci. Ricascare nel vizio di voler obbligare gli altri ad avere una certa opinione di te. È il caso delle infamie che tu ritieni più gravi, e cioè quelle che hanno a che fare con un principio a te molto caro, per il quale magari in passato hai combattuto, o che ti ha visto come vittima.

Mi viene in mente, ad esempio, il dipendente di un’azienda che ha subito vessazioni da parte del datore di lavoro, e che una volta licenziatosi si mette in proprio, apre un’azienda propria, si comporta in modo impeccabile nei confronti dei propri dipendenti, ma ce n’è uno particolarmente stupido che si lamenta additandolo come dispotico.

Leggi tutto l'articolo...

Se il bimbo non ha voglia, non insistere

27 ottobre 2017 | 0 commenti

bimbo svogliatoChe tu abbia figli oppure no, ti sarà probabilmente capitato di vedere un bambino che rifiutava di partecipare a un’attività proposta da un adulto, e di notare come quest’ultimo si sforzava di spiegare al bimbo che il suo rifiuto era assolutamente immotivato, perché quell’attività era così divertente o interessante. Oppure hai notato che l’adulto interpretava coi propri filtri mentali quel comportamento, valutando che il bambino, ad esempio,

  • vuole fare il prezioso
  • vuole richiamare l’attenzione
  • è triste o arrabbiato, chissà perché
  • …etc…

Può darsi che una o più di queste interpretazioni siano vere in questo tipo di episodi, ma non è su questo che voglio soffermarmi…

Leggi tutto l'articolo...

C’è il Karma… Quindi va tutto bene… Forse.

19 luglio 2017 | 0 commenti

Il contenuto di questo post potrebbe apparire in controtendenza rispetto all’articolo di poche settimane fa, intitolato “Un’alternativa al perdono: Magari te lo sei meritato!“… Ma non è così. Si tratta di comunicare nel modo adeguato con sé stessi e con gli altri a seconda del punto di vista che in quel momento è utile e a seconda del punto di vista che in quel momento è accettabile per una data persona.

Ho sentito molti divulgatori di sviluppo personale dire che “tutto va bene, esperienze belle e esperienze brutte”. Sì, anche quelle brutte, perché sono comunque esperienze formative.
Dimenticando, forse, che tantissime persone stanno vivendo o hanno vissuto esperienze negative orribili e a cui è davvero difficile, se non impossibile, attribuire una valenza formativa.
Lo so, c’è chi ha sofferto, è scampato alla morte per un pelo e adesso dice che questo gli è servito per riflettere e diventare una persona migliore….

Leggi tutto l'articolo...

Bugie dette ai bambini e dai bambini

13 aprile 2017 | 0 commenti

Bambini e bugieChiunque abbia un ruolo educativo nei confronti dei bambini (genitori, insegnanti, educatori, etc) deve avere chiari alcuni aspetti riguardanti la reciproca fiducia da costruire e mantenere e l’interpretazione del comportamento del bambino. In particolare, in questo articolo tratterò il tema delle bugie, quelle cose che solitamente gli adulti credono di poter e dover dire ai bambini a fin di bene e che sempre gli adulti si raccomandano coi bambini di non dire, perché altrimenti sono cattivi, irrispettosi, chi credono di far fessi, etc.

BUGIE DETTE AI BAMBINI

“I bambini non possono capire” il più delle volte è una scusa per nascondere il vero problema, che nasce dall’adulto, che in verità pensa:

“Io non ho voglia di spiegare le cose ai bambini, di rispondere alle loro domande e di dir loro tutta la verità”. Esempio…

Conversazione fra me e una bimba:

Leggi tutto l'articolo...

Un’alternativa al perdono: Magari te lo sei meritato!

9 marzo 2017 | 0 commenti

Questo articolo è per te se sei una di quelle persone che nonostante sia passato tanto tempo non riescono a digerire un torto subito. Magari hai perdonato a parole e hai messo anche un grande impegno a perdonare col cuore, ma ogni tanto senti che qualche residuo tossico ancora è rimasto dentro di te, la sensazione che tu sia ancora in credito e il colpevole di quel torto sia in debito, che la cosa sia ancora irrisolta, perché è impossibile prendere un evento ingiusto e classificarlo come giusto, o raccontarci e credere che non ha quella grande importanza, quando invece quella grande importanza ce l’ha, solo perché abbiamo deciso che ci conviene cambiare punto di vista, senza sapere in che modo cambiare punto di vista.

Magari hai provato Ho’oponopono, e non ha funzionato a sufficienza.

Magari hai fatto una o più costellazioni familiari / sistemiche , grazie a cui hai capito che la persona che credevi di dover perdonare in realtà è una persona che in generale devi smettere di giudicare se non vuoi continuare a farti del male… ma la tentazione rimane, e ogni tanto ci ricaschi…

Leggi tutto l'articolo...

La sopravvalutata forza di volontà per rinunciare a qualcosa

1 febbraio 2017 | 0 commenti

forza di volontà es per smettre di fumareQual è il modo migliore per evitare di compiere un’azione da cui si è dipendenti (o ci si crede tali)? Come nell’articolo “La sopravvalutata forza di volontà per svolgere un compito“, ti invito a non dare troppa importanza alla forza di volontà, che presuppone un faticoso e spiacevole braccio di ferro che non è detto che tu vinca e che soprattutto rappresenta uno spiacevole conflitto interiore.

Un classico esempio di comportamento a cui tante persone vorrebbero rinunciare e che faticano ad abbandonare è fumare.

Si crede di solito che la difficoltà stia nel resistere alla voglia di compiere quell’azione, o meglio quella serie di azioni (mettere in bocca la sigaretta, accenderla, aspirare, etc)…

Leggi tutto l'articolo...
www.psicoperformance.com - Copyright 2012 - Tutti i diritti riservati