Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

25 giugno 2014 | 0 comments

Scegli bene luoghi e oggetti

Ogni immagine ha un significato per l’inconscio e quindi un’influenza sulle emozioni a un qualche livello: ognuno dei molti stimoli recepiti ogni giorno viene interpretato come neutro, piacevole oppure fastidioso/pericoloso, generando in quest’ultimo caso una reazione di rigidità e un atteggiamento di difesa. Questo vale non solo per immagini il cui significato è eclatante (es. vedere una ragazza che ci arrapa / vedere una multa sul proprio parabrezza), ma anche su quelle a cui una persona non fa caso in quanto:

– non è abituata a portare attenzione alle proprie sensazioni “sottili”
– l’immagine raggiunge la sua mente a livello subliminale
– ci ha fatto l’abitudine, e tende automaticamente ad interpretare quel piccolo disagio come “normale”
– a causa dei molti impegni, è convinta che le cose davvero importanti sono altre

Così è possibile essere quotidianamente circondati da stimoli “sottilmente fastidiosi” che a lungo andare peggiorano la qualità della vita senza che ci se ne renda conto.

Fra le fonti di questi stimoli ci sono:

– oggetti presenti in casa, sul posto di lavoro, etc
– foto (affisse al muro di casa, sul desktop del computer o del cellulare, etc)
– luoghi, edifici, monumenti…

È dunque consigliabile fare un’indagine su cosa, non necessariamente a livello macroscopico e cosciente, ci dà fastidio e quali provvedimenti adottare in merito. Ad esempio, per smettere di avere l’incubo ricorrente delle terribili interrogazioni di matematica avvenute ai tempi della scuola, a una persona potrebbe essere utile portare in garage i libri e gli appunti del liceo che continuava a tenere da qualche parte in camera su uno scaffale a vista.

È possibile che per salvaguardare la propria salute sia necessario prendere una decisione particolarmente impegnativa, come cambiare domicilio se l’appartamento in cui si abita ha una storia che ha reso quel luogo incompatibile col proprio sistema energetico e il proprio inconscio e quindi con una vita sana. È il caso di vicende particolarmente brutte come omicidi, torture, fatti di guerra, faide, etc.
Questo tipo di influenza da parte di un luogo sulla salute di chi lo frequenta è tanto più grande quanto più stretto è il legame (di parentela, ma non solo) con chi a suo tempo è stato coinvolto in quelle vicende, ed è indipendente dal fatto che la persona ne sia a conoscenza. Questo ho imparato studiando le Costellazioni Familiari e Sistemiche.

È quindi importante mantenere vivo il contatto con la tua interiorità, affinché quando necessario possa portare alla coscienza le scelte più salutari per te, che riguardano ad esempio:

– tenere/buttare/regalare/spostare oggetti che quotidianamente ti circondano
– scegliere gli oggetti da acquistare
– scegliere se frequentare un luogo oppure no
– scegliere un’abitazione
– scegliere la sede di un’attività lavorativa
etc.

Come recuperare questa facoltà di “percezione sottile di te stesso”?

Eseguendo almeno una volta al giorno qualche minuto di relax e meditazione, grazie a cui ti metti in ascolto delle tue sensazioni. Si tratta di un esercizio che puoi considerare ben eseguito non quante più sensazioni percepisci, ma quanto più diligentemente vi presti attenzione senza distrarti e, in caso di distrazione, quanto meno commenti la distrazione ritornando in ascolto.

Altri due metodi per avere risposte sulle tue scelte, utili soprattutto se non hai ancora maturato una buona sensibilità grazie alla meditazione, sono le già citate Costellazioni Familiari ed i test kinesiologici.

Lascia un commento Facebook:...

Post a Reply

www.psicoperformance.com - Copyright 2012 - Tutti i diritti riservati